PostHeaderIcon Stefano Mostarda

Team Leader and General Director: Sefano Mostarda (alias Camerata)

A Primavera del 99, viene contattato dal Comandante della Merit Cup Roberto Reno alias Boniek, per l’imbarcazione di 50 piedi timonata da Vasco Vascotto, gli viene chiesto un impegno stagionale come riserva sportiva e membro shore team ( gruppo di assistenza a terra).

Con questa imbarcazione fa un secondo posto a Valenzia (Spagna) alla Coppa della Reina.

 

Nel 2001 lo stesso Vasco Vascotto lo designa come comandante della nuova barca Merit (IMX 40 Rice) e titolare in regata con il ruolo di aiuto prodiere.

In questa stagione vince il suo primo Campionato Europeo a Punta Ala, nella categoria IMS classe regata.

Nello stesso anno viene contatto dal timoniere Flavio Favoni, oggi timoniere di Mascalzone Latino, per occuparsi della messa a punto dell’imbarcazione Cometa, un classe libera di 70 piedi ( 22 circa) tecnologicamente innovativa e sperimentale, sponsorizzata dalla Faizer.

L’obbiettivo è la Barcolana, una regate che si svolge nel golfo di Trieste, unica al mondo per il suo genere, 2000 imbarcazioni di tutte le forme e misure che si sfidano in un percorso di quattro boe, liberi di inventare tutto quello che si vuole, basta vincere.

Vince così la sua più bella regata dal punto di vista dello spettacolo.

Fresco di vittoria viene contattato dal team di Coppa America Mascalzone Latino, è in forza per 6 mesi a Porto Ferraio (Elba), ma il clima non è dei migliori, e torna a lavorare per il suo vecchio gruppo sportivo.

 

Nel 2002 gli viene consegnato il comando dell’imbarcazione Italtel,un Imx 45 Rice con cui vince Il trofeo Pirelli a Santa Margherita Ligure e fa un secondo posto al Campionato Europeo di Punta Ala.

 

Nel 2003 è al comando e capo shore team dell’imbarcazione sempre  Italtel  ma stavolta un GS 42 Rice di cui segue personalmente anche la costruzione, apporta modifiche e sperimenta nuove manovre; risulterà essere la barca più veloce della flotta, con questa nel ruolo di aiuto prodiere riesce ad ottenere:

-          1° posto del Trofeo Accademia, regata che si svolge nelle acque di Livorno

-          2° posto Trofeo Pirelli, Santa Margherita Ligure

-          1° posto Campionato del Mondo (Rolex Cup) nelle acque di Capri

-          1° posto Campionato Europeo, Punta Ala

-          1° posto Coppa del Re nelle acque di Palma di Maiorca (Spagna) una dei trofei più ambiti del mediterraneo.

 

Nel 2004 è riconfermato a pieno nel ruolo da Vasco Vascotto, è ancora un anno importante:

-          1° posto Trofeo Accademia,  Livorno

-          2° posto Trofeo Pirelli, Santa Margherita

-          1° posto Campionato del mondo sempre a Capri

-          1° posto Campionato Europeo, Punta Ala

-          1° posto Coppa della Reina,Valenzia (Spagna)

       -      2° posto Coppa del Re, Palma di Maiorca

 

Nel 2005 accetta, con il suo team, di cambiare classe di regata, è nato un nuovo monotipo, Tran Spak 52, in Italia solo due armatori entrano nella flotta, il livello è altissimo, a bordo delle 14 nuove imbarcazioni tutti i più grandi medagliati del mondo, praticamente tutti i team di coppa america che anticipano la sfida, saggiando gli equipaggi e la loro capacità innovativa.

Stefano si trasferisce in Spagna a Castellon è il responsabile della costruzione della nuova imbarcazione, crea una buona armonia intorno alla costruzione e riesce a far comprendere a tutti l’esasperazione di una barca da regata, questa risulterà essere la barca più leggera di circa il 10%, un grandissimo vantaggio che permetterà:

-          3° posto alla tappa del circuito di Punta Ala

-          1°posto alla tappa di Valenzia

-          1° posto alla Breitling cup a Palma di Maiorca

-          2° posto alla Coppa del Re

-          2° posto alla Sardinia cup

Tutti questi piazzamenti lo portano sul podio più alto del circuito, vincendo così la prima Med Cup della Storia cioè il primo Campionato del mondo della categoria Tran Spak 52.

 

Anno 2006 responsabile della costruzione della  barca di Mascalzone Latino ” Ita 90”  Challenger for America’s Cup 2007;  dopo di che assunto dalla Mascalzone latino nel team Challenger con il ruolo di Capo Piazzale a Valenzia per tutta la durata della campagna di coppa America.

 

 Anno 2007 riapre la stagione con il TP Mutau Madrilenia accettando il ruolo dapprima di responsabile della costruzione e poi di comandante e capo shore team della sopradetta imbarcazione.

 

Anno 2008 Titolare di impresa privata Meridiano Zero Composites, costruzioni e riparazioni di compositi di ultima generazione; studio e ottimizzazioni di imbarcazioni da regata; collaboratore sui campi di regata per Harken come esperto conoscitore sistemi meccanici TP52.

 Competenze Lavorative: - Alto livello di conoscenza su laminazioni in carbonio, sottovuoto,  autoclave e relative cotture fino a 120 gradi

-          Lavorazioni in legno e utilizzo di macchinari specifici

-          Meccanica riferita a materiali acciaio, titanio, bronzo, alluminio

-          Attrezzatura di coperta ( in possesso del secondo grado corso Harken ma ben superiore l’esperienza)

-          Alberi e relative procedure di alberamento e disalberamento, montaggio e smontaggio

-          Idraulica

-          Elettrica ed elettronica

-          Appendici e loro istallazioni

-          Messe in dima, fering di scafi e appendici

-          Verniciature

 

Ultimo aggiornamento (Venerdì 05 Novembre 2010 08:02)